MODULAZIONI

Musica senza tempo | terza edizione

31 MAGGIO | 22 SETTEMBRE 2024

Direzione artistica di

Paola Cialdella  e  Alessandro Baudino

LE MAÎTRE ET L’ÉLÈVE

Il fascino della musica francesedi Sainte-Colombe e Marin Marais

Venerdì 31 maggio ore 18.30 | Salone d’onore del Comune di Cuneo

Le Viole del re

La prima parte del programma vede protagonista il grande maestro Monsieur de Saint Colombe (1640-1700 ca) che si presenta come outsider nel panorama musicale della seconda metà del Seicento. Di lui ci sono pervenute poche testimonianze biografiche, ma molti riscontri dell’importanza con cui incise sullo sviluppo del suo strumento sia da un punto di vista organologico che tecnico-strumentale e didattico. Quasi certa è l’attribuzione dell’aggiunta della settima corda, il La contrabbasso, che permise una ricerca di sonorità sempre più meste e gravi. La possibilità di spaziare su tutti i registri espressivi dello strumento dona varietà e completezza alla formazione cameristica che strutturalmente è la più monocorde di tutte, il duetto a due strumenti pari. Proprio questi toni meditativi e malinconici trovano la loro massima espressione nel Tombeau Les Regrets, concerto à deux violes esgales, reso noto al pubblico grazie al film Tous les matins du monde. I titoli dei brevi movimenti (Quarillon, Appel de Charon, Les Pleurs, Les Elizées) evocano il percorso dell’ascensione di un’anima dagli affanni terreni alla gioia dei Campi Elisi. Bizzarri armonicamente e ritmicamente essi conservano ancora molto dell’arcaico estro improvvisativo.

La seconda parte del programma è interamente dedicata a Marin Marais, il più celebre allievo del Maître S.Colombe che, con la pubblicazione dal 1686 dei suoi cinque libri di Pièces de viole, si impone nel mondo violistico parigino come indiscussa autorità. Il compositore fu tra i primi a poter dedicare anima e corpo all’esercizio di un solo strumento abbandonando il polistrumentismo rinascimentale. Puro joueur de viole presso la camera di Re Sole, potè allargare gli orizzonti tecnici del suo strumento e trovarvi nuove forme espressive. La vera apotesosi dei suoi pièces de caractère (brani descrittivi, acclamati dal pubblico) è la Suite d’un gout Étranger che occupa quasi un terzo del quarto libro e abbandona la tradizionale unità tonale in favore di arditi passaggi di tono tra brano e brano. Sempre tratta dal quarto libro è la conclusiva Suite in re maggiore, che affida per la prima volta l’esecuzione ad un consort di tre viole basse, in cui Marais pianifica e descrive ogni dettaglio esecutivo ed espressivo.

Le Viole del re
Virginia Ghiringhelli, Eleonora Ghiringhelli, Angelo Lombardo – viola da gamba

PROGRAMMA:

MR DE SAINT COLOMBE (1640ca.-1700)
Concert Tombeau les regrets à deux violes égales
Gavotte Le Tendre

ANONIMO ( XVII sec.)
Une Jeune Fillette

MARIN MARAIS (1656-1728)
Couplets des Folies d’Espagne

Suite d’un Goût Étranger
L’Arabesque
La Rêveuse

ANONIMO (XVIII sec.)
Les tendres souhaits

MARIN MARAIS (1656-1728)
Suite en ré majeur, Quatrième livre, Pièces à trois violes
Prélude, Allemande, Courante, Menuet, Gigue, Petite paysanne

Al termine verrà offerto un aperitivo nel cortile

INGRESSO LIBERO

Virginia Ghiringhelli
è allieva presso il Conservatorio G. Verdi di Torino dove sta conseguendo il diploma di viola da gamba con il M° Sabina Colonna Preti e canta nel coro da camera sotto la direzionedel M° Dario Tabbia. Ha frequentato corsi di perfezionamento di musica antica con Noelia Reverte, Luca Taccardi, Willy Brauchli, Xurxo Varela, Jean Tubéry. Collabora stabilmente con l’Accademia del Ricercare come prima viola da gamba soprano. Ha partecipato a numerosi Festival tra cui Organalia, Back to Bach, Festival Musica Antica Magnano, Mito, Antiqua Accademia del Ricercare e Unione Musicale. In ambito didattico, presso la scuola di San Raffaele Cimena dell’Accademia del Ricercare, ha tenuto corsi di propedeutica musicale e lezioni di viola da gamba per bambini.

Eleonora Ghiringhelli
inizia lo studio della viola da gamba con Massimo Sartori. Si è diplomata presso il Conservatorio G. Verdi di Torino con il M° Sabina Colonna Preti, e sta attualmente conseguendo il diploma cameristico con il M° Andrea Marchiol. Ha frequentato corsi di perfezionamento e masterclass con Philippe Pierlot, Noelia Reverte, Xurxo Varela, Jean Tubéry e da alcuni anni ha intrapreso l’attività concertistica partecipando a numerosi festival tra cui Mito Settembre Musica, Festival di Musica Antica di Magnano, Unione Musicale, Festival Back to Bach, i concerti dell’Accademia Stefano Tempia, Organalia, Antiqua Accademia del Ricercare, Festival dei Saraceni a Pamparato, Rassegna di Musica Antica “I Tesori di Orfeo” a Pavia. Collabora stabilmente con l’Accademia del Ricercare, con la Cappella del Duomo di Vercelli diretta da Don Denis Silano,  Accademia Maghini e con il gruppo Euron Ensemble specializzato nell’esecuzione di repertorio irlandese sotto la guida del M° Enrico Euron. Nel 2023 ha vinto la XVII edizione del Premio Nazionale delle Arti sezione musica antica con strumenti e voci. È laureata con il massimo dei voti in Lingue e Letterature Moderne presso l’Università degli studi di Torino.

Angelo Lombardo
nasce ad Asti il 22 settembre del 1996. Dopo aver conseguito il diploma superiore presso il liceo scientifico astigiano (con votazione di 100/100), decide di intraprendere gli studi filosofici presso l’università di Torino. Nel 2019 consegue la laurea triennale in Filosofia (con votazione di 109/110), mentre conduce parallelamente gli studi musicali presso il Conservatorio G. Verdi di Torino sotto la guida della prof.ssa Sabina Colonna Preti. Nel 2022 ottiene il diploma superiore di primo livello in viola da gamba (con votazione di 110/110 e lode), nel 2023 la laurea magistrale in Filosofia (con votazione di 110/110 lode e dignità di stampa) con una tesi sulle origini filosofiche del Melodramma in Italia nel secondo ‘500. Attualmente frequenta il primo anno del biennio superiore in viola da gamba sempre presso il conservatorio torinese. Ha partecipato a masterclass e seminari sotto la guida di Eduardo Egüez, Jean Tubéry, Pablo Valetti, Xurxo Varela, Andrea De Carlo, Evangelina Mascardi, Juan Manuel Quintana,  Francesco Corti, Furio Zanasi. E’ inoltre coinvolto in una vivace  attività concertistica in Italia e all’estero.